Dermo cosmeceutica

COS’È LA COSMECEUTICA?

Questo termine, che deriva dall'unione di “cosmetico” e “farmaceutico”, viene utilizzato riferendosi a prodotti cosmetici in grado di passare attraverso l'epidermide e agire, quindi, in profondità: si tratta di un’evoluzione del concetto di cosmesi che si avvicina, in termini di affidabilità scientifica e meccanismo d’azione, a quelli propri dei farmaci.
A coniare questo questo nuovo lemma fu un dermatologo statunitense, Albert Klingman, che pose le basi per una corretta identificazione di questi prodotti: essere in grado di penetrare in profondità una volta applicati sulla pelle, presentare un meccanismo d’azione riconoscibile a livello biologico, ed essere supportati da studi che ne confermino l’efficacia.
Nascono in quest’ottica i prodotti DERMOKLOTHO®, una linea sviluppata da NutriResearch che fa della scienza, e in particolare della biologia molecolare, il proprio vessillo. Punto di partenza è l’esperienza acquisita dall’Azienda nella fisiopatologia della riparazione delle ferite cutanee e delle alterazioni dei processi riparativi, che con il passare degli anni ha portato a sviluppare particolari miscele di aminoacidi che ottimizzano la struttura del derma non solo quando forniti all’organismo dall’interno, ma anche quando utilizzati dall’esterno; in questo modo viene apportato nutrimento alle cellule che controllano la sintesi del collagene e delle altre molecole strutturali nel derma, lo strato della cute che sta al disotto dell’epidermide considerato il protagonista dell’integrità cutanea. Questa nutrizione “from out-in” induce un incremento altamente significativo dei livelli di collagene, elastina e fibronectina, componenti fondamentali della cute responsabili delle sue caratteristiche di compattezza, elasticità e adesione cellulare.

PELLE E INVECCHIAMENTO

L'invecchiamento è associato a numerosi cambiamenti che interessano l’intero organismo a livello tissutale e cellulare; con l'età, le cellule senescenti si accumulano in molti tessuti, compromettendo il loro corretto funzionamento.
Queste cellule hanno un forte impatto su quelle circostanti: modificano il microambiente secernendo sostanze che agiscono come mediatori dell’infiammazione; inoltre, interferiscono con i meccanismi di riparazione del DNA cellulare. L’invecchiamento cutaneo è fortemente correlato allo stress causato dall’azione continua di agenti quali raggi infrarossi e ultravioletti, sbalzi termici e traumi ripetuti (anche solo per espressioni del viso) che causano reazioni simili a quelle indotte dalla riparazione delle ferite.
NutriResearch si è dedicata a questi problemi e ha identificato soluzioni innovative. Il testo di riferimento per i dermatologi più aggiornati, il Textbook of Aging Skin, contiene due capitoli in cui sono spiegate queste acquisizioni scientifiche: Aging skin: nourishing wounds from out-in (Cute e invecchiamento: nutrire le ferite da fuori a dentro) e Aging skin: nourishing skin from inside-out (Cute e invecchiamento: nutrire la cute da dentro a fuori). Se scegli i nostri prodotti, scegli la ricerca documentata. DERMOKLOTHO® fa della ricerca documentata il proprio punto di forza, perché scegliere la ricerca significa prendersi davvero cura della cute.

Torna su ↑

LA MISCELA SPECIALE DI AMINOACIDI DERMOKLOTHO®

L’esperienza sviluppata nel campo della fisiopatologia della riparazione delle ferite cutanee e delle alterazioni dei processi riparativi con il passare degli anni ha portato a sviluppare particolari miscele di aminoacidi che ottimizzano la struttura del derma sia quando date come nutrimento, sia quando messe a disposizione delle cellule che controllano la sintesi del collagene e delle altre molecole strutturali della cute. Queste particolari miscele hanno dimostrato di mantenere integra la capacità rigenerativa della struttura di collagene ed elastina tipica delle cellule giovani, aumentando l’efficienza del fibroblasto ed allungandone la vita.
La miscela speciale di aminoacidi DERMOKLOTHO® (MSAA) permette ai fibroblasti di eliminare il collagene più vecchio e fragile e di sostituirlo con altro nuovo ed elastico, senza aumentare il numero di generazioni cellulari; le sue proprietà sono state testate in studi di biologia molecolare condotti presso Centri universitari; nutrendo dei fibroblasti umani, gli studi hanno dimostrato non solo che la MSAA aumenta la capacità di sintesi fisiologica di collagene ed elastina , ma anche che nei fibroblasti si potenziano le funzioni anti-ossidanti nelle aree della cellula dove queste sono necessarie, e non dove sono inutili o addirittura inibitorie per i processi di rinnovamento cellulare e del collagene.
L’uso regolare della MSAA ha un effetto anti-aging che migliora l’efficienza e la durata della vita dei fibroblasti, e risulta particolarmente utile in condizioni di aggressione della cute da parte dell’ambiente (freddo o caldo eccessivi, esposizione protratta ai raggi infrarossi o ultravioletti, inquinamento atmosferico ecc.). Curarsi è importante: prima si inizia, più si ottiene. Una delle caratteristiche di questo trattamento è che maggiore sono i problemi, maggiori sono i risultati che si vedranno nel tempo. Ma una cosa è un risultato puramente cosmetico, rapido e temporaneo, altra cosa è un trattamento che nutre la cute e supporta le attività fisiologiche delle cellule che la mantengono integra: più è protratto il trattamento, maggiori saranno i risultati che è possibile ottenere.

Livelli di collagene ed elastina in colture di fibroblasti umani dopo trattamento con due diverse concentrazioni di MSAA rispetto al controllo (cellule non trattate).
* p ≤0,05 e ** p ≤0,01: statisticamente significativi vs controllo

Torna su ↑

EVIDENZE SCIENTIFICHE

La miscela speciale di aminoacidi MSAA determina un aumento significativo dei livelli di collagene ed elastina

La matrice extracellulare (ECM) è costituita da proteine capaci di fornire il supporto necessario a cellule e tessuti che possono essere classificate come strutturali o non strutturali, a seconda della loro funzione; esempi di proteine strutturali sono il collagene e l’elastina. Con l'età, la matrice extracellulare si deteriora: la minore produzione di collagene ed elastina è alla base della maggiore rigidità dei tessuti, della perdita di spessore e dell’integrità strutturale; alla perdita di queste componenti si associa una riduzione della capacità delle cellule di rispondere ai cambiamenti ambientali. Questo processo di invecchiamento a livello estetico si traduce con la comparsa delle rughe e, man mano, col loro aumento.

Lo studio qui presentato ha avuto lo scopo di testare la capacità di due concentrazioni diverse della miscela speciale di aminoacidi DERMOKLOTHO® (MSAA) di influire sulla sintesi di collagene ed elastina da parte di fibroblasti umani in coltura e di paragonarla all’attività di fibroblasti non messi a contatto con la miscela (controllo).
Il trattamento con MSAA ha portato ad una maggiore sintesi del collagene e di elastina rispetto alle cellule non trattate.

La miscela speciale di aminoacidi MSAA determina un aumento significativo dei livelli di Sirtuina-1

L'invecchiamento è associato a numerosi cambiamenti che interessano l’intero organismo, a livello tissutale e cellulare. Con l'età, le cellule senescenti si accumulano in molti tessuti compromettendo il loro corretto funzionamento e influendo profondamente sulle cellule circostanti, interferendo con il meccanismo di riparazione del DNA. In questo contesto, giocano un ruolo fondamentale le Sirtuine, indispensabili per il corretto funzionamento della riparazione del DNA, e per questo considerate responsabili del fenomeno longevità.
Nei mammiferi, ci sono sette membri di Sirtuine, da SIRT-1 a SIRT-7, ognuna con una propria attività enzimatica, localizzazione e funzione. Di questi, la più importante è la SIRT-1, che è coinvolta nei meccanismi di stabilità del genoma. È stato riscontrato che i livelli di questa proteina diminuiscono in diverse malattie e in modelli d’invecchiamento accelerato, e che il mantenimento dell'espressione e/o dell'attività di SIRT-1 durante la senescenza previene i disturbi associati all'età.
Lo scopo di questo studio è stato valutare, in seguito a trattamento con due concentrazioni diverse di MMSA, la capacità di modulare i livelli di Sirtuina-1 in una coltura di fibroblasti umani, valutata mediante uno specifico test.
Il risultato più significativo è stato ottenuto con la più bassa concentrazione del prodotto (1,25 mg/ml), che ha determinato un aumento statisticamente significativo (pari al 49%) dei livelli di Sirtuina-1 rispetto al controllo.

Livelli di Sirtuina-1 in colture di fibroblasti umani dopo trattamento con due diverse concentrazioni di MSAA rispetto al controllo (cellule non trattate).
* p ≤0,05: statisticamente significativo vs controllo

La miscela speciale di aminoacidi MSAA non determina un aumento di motilità e proliferazione cellulare

La guarigione delle ferite è un processo complesso e altamente regolato che include eventi cellulari, molecolari, biochimici e fisiologici che consentono agli organismi viventi di riparare diversi tipi di lesioni. Questo processo comprende tre fasi sovrapposte: infiammazione, proliferazione e formazione dei tessuti, e rimodellamento tissutale; tutte e tre le fasi vengono avviate al momento della lesione fisica e continuano durante il processo di guarigione.
A causa di un’azione combinata di invecchiamento intrinseco ed estrinseco, la pelle umana subisce una moltitudine di cambiamenti che possono potenzialmente influenzare il processo di guarigione delle ferite. Infatti, è stato scientificamente dimostrato come ognuna delle fasi di guarigione siano strettamente correlate all’età; in particolare, i cheratinociti, i fibroblasti e le cellule endoteliali vascolari, principali protagonisti nel processo di guarigione, mostrano una ridotta risposta proliferativa negli animali con maggiore età.
In questo studio è stata utilizzata una linea cellulare di fibroblasti umani per studiare l’influenza della miscela speciale di aminoacidi MSAA a due diverse concentrazioni nel processo di guarigione delle ferite, con particolare focus sulla fase di proliferazione cellulare.
Il prodotto, ad entrambe le concentrazioni, non ha mostrato una migliore attività proliferativa rispetto al controllo (cellule non trattate) ma, al contrario, ha apparentemente ridotto la proliferazione cellulare. In particolare, ha portato ad una riduzione di circa il 50% della proliferazione cellulare ad entrambe le concentrazioni testate rispetto al controllo (saggio BrdU), mentre nessuna differenza di comportamento è stata evidenziata nel saggio del wound healing.

In conclusione, la miscela speciale di aminoacidi DERMOKLOTHO® ha permesso ai fibroblasti di eliminare il collagene più vecchio e fragile e di sostituirlo con altro nuovo ed elastico senza aumentare del numero di generazioni cellulari, che si correla con l’invecchiamento.

Variazioni percentuali della motilità cellulare/maggior proliferazione cellulare in seguito a trattamento di 24 ore con il prodotto alle due concentrazioni testate.

Torna su ↑


I prodotti NutriResearch per la dermo cosmeceutica

Copyright © 2018 NutriResearch Srl - Via Vittor Pisani 6 - 20124 Milano (MI) - Italia
P. IVA: 08788790965 - REA: MI - 2048773. Tutti i diritti riservati.